FANDOM


Flag of Italy

Grammatica Modificar

Periodo ipotetico Modificar

Passato Modificar

Congiuntivo Modificar

Infinito Modificar

Participio Modificar

Gerundio Modificar

  • Si ricorre al congiuntivo nelle frasi indipendenti per esprimere un desiderio (1), un augurio (2)
    o una maledizione (3):
    1. Che resti fra noi, mi raccomando!
    2. Che Dio ti ascolti!
    3. Che vada al diavolo!
    4. Che gli venga un colpo!
  • Se il desiderio viene avvertito come difficilmente o assolutamente irrealizzabile, si userà il congiuntivo
    imperfetto per una situazione presente (1) e il congiuntivo trapassato per una situazione al passato (1):
    1. Se fosse almeno estate!
  • Oh, se solo avessi la lampada di Aladino!
    1. Se solo avessimo giocato alla lotteria!
  • Non l’avessi mai detto! Franco incominciò a gridare che era ora di finirla con queste storie.
  • per esprimere una supposizione (1) o un dubbio (2) in forma interrogativa :
    1. Perché Pietro non arriva? Che abbia trovato code in autostrada?
    2. (7) Qui non c’è nessuno! Che Franco e Paola se ne siano già andati?
  • per esprimere una richiesta (1) o un ordine (2):
    1. Che mi chiamino verso le cinque!
    2. Non posso decidere su due piedi! Che mi mandino la copia della lettera!
    3. Che entri l’imputato!
  • in alcune frasi fatte:
    Caschi il mondo, non gli darò ragione!
    Si renderà conto dei suoi sbagli, che lo voglia o no.
    Mi comprerò quella macchina, costi quel che costi!
  • per dirigere un appello al lettore o all’ascoltatore nei testi di carattere letterario o scientifico:
    Si ricordino i sonetti di Petrarca.
    Si osservi che il fatto costituiva un’autentica novità nel panorama artistico del tempo.
    Si pensi solo alle più recenti scoperte in campo neurologico.